Contatti: Gabriele Milano 347.9003030 - Luca Milano 345.4195565

Civile

 
Intonaco Civile

 

L’intonaco è uno strato di rivestimento protettivo delle murature. Esso, oltre alla funzione protettiva, assume, talvolta, una funzione estetica.

L’ultimo strato, detto intonachino o velo o intonaco civile (la sua applicazione è generalmente definita stabilitura) ha generalmente due funzioni: proteggere l’intonaco e renderlo esteticamente gradevole. Ha una granulometria fine, di diametro massimo inferiore agli 800 micron, ed il suo spessore di applicazione è inferiore ai 3 millimetri. Nell’antichità quest’ultimo strato era solitamente realizzato con colorante, acqua e calce, mentre oggi vi sono numerose tipologie di pitture ed intonaci protettivi già rifiniti.

Termico

 
Termico
 

Intonaci naturali e termoisolanti, per rifinire al meglio le pareti interne ed esterne di un edificio, permettendo la regolazione interna della temperatura.

Tra gli intonaci, ci sono prodotti innovativi in grado di conciliare più caratteristiche e proprietà, nel rispetto completo dell’ambiente. Ad esempio l’intonaco termico consente di eliminare ponti termici, sia all’interno che all’esterno di un manufatto, garantendo anche una forte opposizione al passaggio di calore attraverso la muratura che va a ricoprire, senza inficiare sulla traspirabilità e quindi di conseguenza sulla stessa salubrità ambientale.

Antiumido

 
Antiumido

 

L’umidità di risalita rappresenta uno dei problemi maggiori per la salvaguardia delle murature. Tale problema si verifica quando l’umidità assorbita dalla muratura è maggiore di quella rilasciata nell’ambiente.

L’intonaco deumidificante assorbe l’acqua dalla muratura e ne favorisce l’evaporazione nell’ambiente. Può essere applicato sia nelle parete esterne che in quella interne. Gli intonaci deumidificanti impiegati negli ambienti interni cessano di funzionare quando l’umidità ambientale raggiunge livelli elevati, e l’aria è satura di umidità. È importante dunque la ventilazione degli ambienti.
Nel caso si voglia utilizzare, sopra lo strato di intonaco deumidificante, un altro strato di intonaco di finitura o di vernice, è bene selezionare dei materiali ad alta traspirabilità, al fine di non vanificare le proprietà di evaporazione dell’intonaco deumidificante, e di tinteggiare solo ad avvenuta asciugatura dell’intonaco.